venerdì, gennaio 06, 2006

Guai a chi tocca il Gabibbo

Grazie a Telefono Antiplagio oggi sappiamo che il Gabibbo è un clone di Big Red e che, sulla scia di Wanna Marchi, divenne testimonial, insieme alle veline, di un prodotto giudicato ingannevole dall'Antitrust.

La notizia più rilevante è però un'altra:
Piersilvio Berlusconi e Antonio Ricci - dicono gli autori di Telefono Antiplagio - ci hanno querelato per diffamazione. Mediaset poi ci ha ri-denunciato (richiesta di 50.000 euro per risarcimento danni) e ha fatto oscurare il nostro primo sito-parodia striscialanotizia.net - che è diventato striscia.org - ma si è disinteressata di striscialanotizia.com che pubblicizzava siti ambigui e casinò on-line.

Ma gli autori di Telefono Antiplagio sono talmente amati che è nato un sito,
Telefono Antiniente, il cui scopo è quello di denigrare l'immagine delle due persone che, tra continue minacce personali, gestiscono Telefono Antiplagio.

2 commenti:

Giovanna ha detto...

Siccome la miglior difesa è l'attaco, Staffelli, anziché dare il tapiro al Gabibbo, lo ha dato a Big Red, in quanto clone di Barbapapà. Però, in giudizio, gli avvocati di Ricci e di Mediaset non hanno tirato fuori la storia di Barbapapà: volevano patteggiare. :-)

Anonimo ha detto...

Finalmente qualche cattiveria su Ricci!

luca83