martedì, gennaio 24, 2006

Copyratzinger

Il 13 aprile del 2003, Domenica delle Palme, è stato battezzato il portale korazym.org (non sapevo che si battezzassero anche i portali web).
Sul sito (i cui contenuti sono rilasciati con CCPL) trovate un articolo (molto interessante) sul Copyratzinger [1], frutto della decisione della Santa Sede di mettere sotto copyright (e a pagamento) i testi del magistero della Chiesa.
Potrebbe sembrare azzardato, ma, a mio parere, questo fatto potrebbe essere un'ottima occasione per porre l'attenzione sul profondo significato etico della condivisione. Ne potrebbe derivare una discussione di ampio respiro, in grado di far riflettere una grande parte della società italiana (e non) sul tema della libera circolazione della Conoscenza (la maiuscola in questo caso è necessaria).
E' una discussione, che, a mio avviso, meriterebbe di essere stimolata e nel modo opportuno: cioè senza anticlericalismi di fondo.


[1] Non è copyright di Ratzinger, bensì del sottoscritto, quindi siete liberi di diffondere il verbo
.

1 commento:

daniele ha detto...

Tra un po' metteranno il copyright anche sull'ostia.